Sei qui:
Home > Primo piano > Food&design al “Fuorisalone 2018”

Food&design al “Fuorisalone 2018”

Dal 17 all 22 Aprile per il “Fuorisalone 2018”, per il centro milanese si svolgeranno diversi eventi diffusi con legame col cibo e vino, per la “Milano designe Week”.

FoodINFashion

In occasione del Fuorisalone “JRK design, si presenta con un look completamente rinnovato per i suoi showroom, caratterizzato come di consueto dalla ricerca di materiali ricercati ed innovativi, sempre al passo con le tendenze del momento. Per l’occasione sono stati organizzati due eventi serali: martedi 17 dalle 19 alle 22: aperitivo e live cooking con “Foss Marai”, con un vino eccezionale, un altrettanto eccezionale partner presenta due grandissime novità e con immenso piacere che “Dbiesse” presenta le splendida Vestimi rivestita in Laminam e l’accativvante “Spring Job”. Mercoledì 18 dalle 19 alle 22: aperitivo e live cooking. Dopo il grande successo dell’evento di presentazione al FuoriTaste di Firenze, il trend-book “foodINfashion” arriva a Milano, nello showroom JRK Design, in via Brentano, mercoledì 18 aprile, alle 19. Il quaderno-tendenze, completamente costruito a mano, con materiali eterogenei e campioni di tessuto, con due uscite all’anno che seguono il calendario della moda, mischia i generi e propone sorprendenti connessioni tra cibo e fashion. Attraverso le nostre idee e quelle degli chef che collaborano con noi, vi mostriamo quello che si può fare quando due mondi diversi e distanti si incontrano in nome della ricerca artistica e della condivisione dei temi. Saranno gli chef del ristorante Il Giglio di Lucca, con i loro assaggi polifonici e Paolo Lopriore chef de Il Portico di Appiano Gentile, e la sua Nuova Concezione Ristorativa, ad avvolgervi in un’atmosfera ricca di ispirazioni. Vi invitiamo in un luogo perfetto, nel momento opportuno. Ecco cosa vi aspetta Cavolo alla brace, emulsione di ostrica Manzo crudo, primizie e rafano; Fegatino, anguilla e tamarindo in abbinamento con Chardonnay Ferretti 2016; Cabernet Missoni 2014 Baglio del sole nero d’Avola 2016; Azienda Feudi del Pisciotto [Domini Castellare di Castellina]; Semi di girasole mantecati, erbe spontanee in abbinamento con Berlucchi ‘61 Franciacorta Brut. Il Fuorisalone di JRK design, non si limita agli eventi serali: i visitatori possono accedere per l’intera settimana allo showroom aperta dalle 10. 

Indirzzo: 

JRK

Via Brentano, 8

Mialno

PEDINI

Lo store di Pedini a Milano apre in anteprima durante il salone del mobile le sue porte con uno speciale evento  Fuorisalone.  “Spaghetti Design”, questo il titolo dell’evento, celebra il made in Italy in cucina, intesa come connubio di cibo e design, all’insegna della qualità, dell’eleganza, dell’innovazione. All’interno dello showroom, infatti,sipotrà toccare con mano e provare Hi Pedini, il più avanzato sistema di intelligenza artificiale e domotica applicato alla cucina, con cui il visitatore potrà interagire. Un futuro già possibile, grazie alla collaborazione con Microsoft, Iomote e Blum.Pedini Breraè spazio espositivo di oltre 400 mq sviluppati su due piani di un elegante palazzo storico, in quella che è una delle arterie vitali della capitale italiana del design. Il progetto, curato dall’architetto Giovanni Musica -Studio MGAlab -, intende offrire un’esperienza unica del mondo Pedini (cucina, living, bagno) con cinque ambientazioni ispirate ad altrettanti stili abitativi dal gusto contemporaneo ed internazionale. 

Programma:

Lunedì 16 aprile

dalle 19:30 alle 21:30 Chef Andrea Giuseppucci (“La Gattabuia” Tolentino MC) , Pasta al pomodoro. Nasce da un errore in cucina: mentre Andrea preparava il pranzo del personale mise in padella un estratto di melograno che dall’odore sembrava pomodoro. Da lì non è mai più uscito dal suo menu degustazione.  

Martedì 17 aprile

Dalle 19:30 alle 21:30 Chef Andrea Giuseppucci (“La Gattabuia” Tolentino MC), Spaghetto alle vongole. Trattare una vongola come se fosse un’ostrica? Andrea Giuseppucci lo fa con questo piatto in cui lo spaghetto si manteca poi con clorofilla di prezzemolo a cui si aggiunge poi della polvere di alloro.

Mercoledì 18 aprile 

Dalle 19:30 alle 21:30 Chef Lucio Pompili (“Symposium” Cartoceto PU), Spaghetti Cartoceto-Milano: se lo zafferano richiama un ingrediente tipico della tradizione meneghina, la creatività dello chef ci aggiunge ingredienti di stagione per dar vita a un piatto unico e innovativo, proprio come il design italiano. Spaghetto cotto in brodo di zafferano, saltato con un sugo di cinghiale leggero e poi impiattato con una spuma al sifone di gorgonzola.  

Giovedì19 Aprile 

Dalle 19:30 alle 21:30 Chef Lucio Pompili (“Symposium” Cartoceto PU), Spaghetti Rossini: Lo spaghetto viene interpretato come fosse un contorno, dove l’ingrediente principale è il filetto rosolato. Lo spaghetto viene condito invece con una salsa a base di fegato grasso e impiattato con una grattata di tartufo di Acqualagna. 

Venerdì 19 aprile

Dalle 19:30 alle 21:30 Chef Lucio Pompili (“Symposium” Cartoceto PU), Spaghetti freddi della riviera adriatica shakerati: piatto dedicato a Marchesi. Nell’anno della sua scomparsa, lo chef Pompili rende omaggio a un amico e ad un’istituzione della creatività milanese, con un piatto dove lo spaghetto viene unito a una crema di pomodori grappolo con basilico e aglio, mòscioli di Portonovo, olive tritate, un po’ di prezzemolo e una maionese di ricci di mare.Il tutto shakerato prima di essere servito. 

Sabato 21 Aprile 

Dalle 19:30 alle  21:30Chef Lucio Pompili (“Symposium” Cartoceto PU), Spaghetti aglio, olio, peperoncino e vongole: glispaghi vengono saltati con il classico condimento aglio, olio e peperoncino, oltre a un cucchiaio di crema di prezzemolo che conferisce loro una colorazione verde, infine vengono aggiunte vongole sgusciate e pane tostato alle acciughe. 

In abbinamento per tutti gli eventi: vini Terracruda e Birra artigianale Tenuta Collesi. La pasta utilizzata è di “La Pasta di Camerino”.

Indirizzo:

“Spaghetti design”

C.so Garibaldi, 9

Milano

Orario: dalle 10 alle 22.

sito: www.pedini.it

28posti

In occasione della design week, il ristorante 28 posti presenterà una capsule collection nata dall’incontro di giovani creativi, da una storia di amicizia e reciproca stima nata un pò per caso tra i proprietari del ristorante, lo chef Marco Ambrosibi e il designer Odo Fioravanti. I dispositivi realizzati e abbinati alle portate saranno 6, dall’antipasto al dolce, un percorso che diventa per i commensali un’esperienza tangibile da provare tutti i giorni dal 17 al 22 aprile a pranzo o cena da 28 Posti.

Climax:

Spesso quando il cameriere serve un piatto composto da più assaggi, ci indica da dove cominciare il verso da seguire. Di solito sventola il dito tra il nostro sguardo e la pietanza compiendo mezzogiro. Questo, dal punto di vista del designer mostra una debolezza comunicativa del dispositivopiatto. Da qui l’idea di un piccolo crescendo di forme che suggerisce un naturale persorso ascensionale da un gusto grande in quantità e più delicato a uno piccolo in quantità ma forte nel gusto.

Imbuto:

Spesso i piatti arrivano in tavola già preparati, senza chiedere una partecipazione a chi li consumerà. Questo piatto invece è sovrastato da un piccolo imbuto sospeso e starà a chi lo riceve azionarlo, lasciando che la salsa scenda sulla pietanza completandone la preparazione.

Ready made di una pasta al pomodoro:

Il ready made è un processo classico della progettazione in cui un oggetto viene composto aggregando altri oggetti che nascono per altre funzioni. Così questo progetto di cloche per coprire la pasta che si compongono di una ciotola che rigirata diventa una piccola cupola, sormontata da 28 pomelli e maniglie diversi.

Specchioriflesso:

Né carne né pesce si dice spesso per sottolineare che qualcosa non appartiene a una grande categoria, ma a una sfumatura delicata. L’alternanza tra carne e pesce rappresenta nei pasti un momento di snodo che in questo caso è risolto con un piatto unico che grazie a uno specchio completa la sua immagine. Un mezzo quadrato diventa un quadrato completo. Mezzo giro del piatto e si rivela l’altra metà dove un mezzo cerchio diventa un cerchio completo.

Pre-dessert con suggerimento:

Lo stecco che da sempre sostiene i ghiaccioli, rappresenta un oggetto di culto. Finito, il gelato lascia un gusto legnoso sul palato che rappresenta un ricordo sensoriale fortissimo per chiunque. L’idea che questo retrogusto si possa trasformare in un suggerimento prende forma in questi stecchi che riportano 28 verbi diversi. Da ascoltare oppure no.

Piatto vuoto:

La dimensione delle porzioni nella cucina contemporanea è diminuita sempre di più e percorre un trend che sembra puntare un volume “zero”. Così questo pensiero prende la forma di un piatto vuoto che arriva in tavola. Dopo un piccolo momento di spiazzamento si scopre essere soltanto sottosopra, con la pietanza riportata sul fondo.

Piccola pasticceria a stendere:

La forma dei piatti è storicamente dettata dalla forza di gravità e la necessità di appoggiare le pietanze. Da qui l’idea di far volare la piccola pasticceria appendendola a uno stendino. Primavera sia.

Per prenotazioni:

“8 posti

via Corsico, 1

Milano

tel.:02/8392377

E-mail: 28posti@gmail.com

MujiCucina

Durante il Salone, MUJI presenterà “MUJICucina” in onore di Eurocucina: un’esperienza culinaria interattiva nel negozio di Via Torino, ispirata dall’impegno del marchio verso il mondo naturale attraverso le sue pratiche sostenibili e la passione per la bellezza pura della natura. Per il progetto “MUJICucina”, è stato ispirato dalla bellezza e semplicità della foresta, che ha contribuito a creare un’esibizione effimera e coinvolgente. Al piano terra, lo chef giapponese milanese Yoji Tokuyoshi, proprietario di Tokuyoshi (Stella Michelin), per diversi anni il sous chef di Massimo Bottura per creare The Floating Forest. La Foresta Galleggiante è un’opera d’arte appesa di muschio, piante selvatiche, bulbi, verdi italiani ed elementi come rami di nocciolo, kokedama sferico, piccole piante di ciclamino e primule che segnano l’arrivo della primavera nel sottobosco italiano. La seconda installazione presso il negozio di Via Torino del Muji è “The Muji Dining Table”, un bellissimo panorama creato dallo Chef Tokuyoshi nel livello inferiore del negozio. Il tavolo da pranzo MUJI incorpora colori vibranti per imitare lo stile culinario dello chef e incorporerà anche gli effimeri naturali utilizzati nel piano sospeso al piano di sopra. Il tavolo da pranzo sarà un’illustrazione rigogliosa e sorprendente della gamma completa di articoli per la tavola e di servizio di Muji il che dimostra come il loro fascino minimo possa fare da sfondo a una scenografia drammatica della tavola. Il distributore giapponese sta portando per la prima volta quest’estate il curry, il risotto, la pasta e altro ancora nei negozi in Europa e nel Regno Unito. I visitatori avranno l’opportunità di provarli durante la Milano Design Week con degustazioni giornaliere presso il negozio di Via Torino dalle 13:00 alle 14:00, dal martedì al venerdì.

Indirizzo:

Via Torino, 22

Milano

LIfe Cucine

Giovedì 19 alle 18, nella moderna cornice di Porta Nuova, lo showroom appena rinnovato presenta la nuova collezione “Life Cucine”. Lo show cooking del nostro chef Miele vi permetterà di assaggiare le prelibatezze della cottura a vapore e degustare anche del buon vino. E durante l’evento verrà presentato l’abbattitore professionale life di Coldline. 

Indirizzo:

Life Cucina

Piazzale Principessa Clotilde, 8

Milano

Tel.: 02/33601564

Around restaurante

Tra Brera e la Triennale, nel nuovo “Sarpi Design Discrict”, vi aspetta “Around restaurant”. I mobili di modernariato di “Officina 84” e le illustrazioni di Alessio Colombo faranno da cornice per l’occasione. Un contesto e informale nel quale fare una piccola pausa tra il caos della Design Week. “Officina 84” unisce abilità artigiane e progettuali al modernariato realizzando oggetti su misura, complementi d’arredo e allestimenti. Grazie alla passione per il design ricerca pezzi di modernariato da proporre ai propri clienti. Alessia Colombo è un’illustratrice e graphic designer di Milano. Dopo una laurea a Brera e un master in illustrazione si propone come illustratrice in diversi contesti, dal web all’editoria, dai workshop con i bambini alle esposizioni. Presenta per il Fuorisalone una serie di illustrazioni dove reinterpreta varie concettualità di casa. Around restaurant è caratterizzato da un’atmosfera intima e rilassante che propone piatti della cucina italiana, rivisitati in chiave contemporanea e preparati con ingredienti genuini e selezionati. Offre una cucina particolare e ricercata, un laboratorio dove coglie nuovi stimoli e li sviluppa in una nuova esperienza. Per tutta la settimana uno speciale Aperitivo!! Domenica Brunch a buffet più piatto al momento.

Indirizzo:

Around restaurant

Via Bramante, 7

Milano

“EustachiOra – Vino&Design”

Il 2018 vede quindi la nascita della prima edizione: “EustachiORA_Vino&Design”, insieme alla direzione artistica dello studio Marco Piva . La Milan Design Week 2018, sarà l’occasione per vivere e scoprire la cultura enologica italiana, attraverso gli occhi curiosi e originali di un gruppo selezionato di designer, che presenteranno i propri progetti relativi alla cultura del bere e della tavola, creando un vero e proprio percorso di 7 tappe, per esplorare il quartiere Porta Venezia e le novità del mondo dell’arredo e dell’enologia. In occasione del Press Day, il 18 aprile, il percorso sarà accompagnato dalla degustazione di ottimi vini della cantina Obiz, azienda di Cervignano del Friuli, una zona legata fin dai tempi dell’antica Roma alla viticultura, come testimoniamo le numerose anfore vinarie rinvenute nel territorio. Dalle bollicine a un rosso riserva, passando per ottimi bianchi, ecco cosa assaggeremo: la prima tappa vedrà lo Spumante BRUT, insieme al design Alperubra, da Vino al Vino (via Gaspare Spontini,11). La seconda tappa sarà dedicata al Friulano DOC, che insieme al design di Massimo Barbierato, saranno nella Vineria di Via Stradella (via Alessandro Stradella, 4/a). La terza tappa il Traminer aromatico DOC invece da CasaMilani, insieme alle creazioni di Tuorlo Design (via Nartolomeo Eustachi, 40) . La quarta tappa si gusterà un ottimo Merlot DOC di “Da Bubu”, accompagnato dalla collezione di Carlo Trevisani (via Bartolomeo Eustachi, 16). La quinta tappa Cabernet Sauvignon DOC, da nel Consorzio Stoppani con il sistema modulare progettato da DAAA Haus (via Antonio Stoppani, 15). La sesta tappa Refosco dal Peduncolo Rosso DOC per la penultima tappa, da Sorso di Vino insieme al designer Alessandro Zambelli (via Antonio Stoppani, 20). L’ultima tappa per concludere il percorso? un Rosso “Natissa” DOC da Polpetta D.O.C. insieme alle opere dell’artista Paolo Anselmo (via Bartolomeo Eustachi, 8).

Informazioni: anam.communication.mi@gmail.com

Cascina Cuccagna

Cascina Cuccagna, un progetto di “Galileo Visionary District”. Cascina Cuccagna, a due passi da Porta Romana, è la location ideale che accoglie “Welc(h)ome Market”, inserendolo all’interno del progetto “De Rerum Natura – Un progetto per la simbiosi felice”. “Welc(h)ome Market” trasforma uno spazio abitativo in un “pizzicagnolo di quartiere”. “Galileo Visionary District”, in collaborazione con “Gruppo Arneg” e “Gruppo Incontra”, presenta un progetto che indaga la relazione tra uomo e ambiente, ripensando le logiche di esposizione e vendita della merce di consumo, attraverso un’interazione più vicina alla dimensione umana della quotidianità domestica, in un naturale parallelismo tra prodotto e destinazione d’uso. I mobili di casa e gli stilemi dell’interior design sono l’input per ripensare l’esposizione e l’interazione con le merci attraverso un nuovo format distributivo: un’ulteriore evoluzione dei convenience neighbourhood store. Il progetto nasce con uno sguardo attento ai trend che riguardano il mondo della GDO, fra i quali emerge in maniera sempre più evidente il bisogno delle persone di compiere scelte consapevoli, di essere accompagnate in un processo d’acquisto che acquisisce sempre più valore quando avviene in una dimensione intima e di fiducia, e di acquistare beni di consumo primario sani, naturali e sostenibili anche dal punto di vista etico e sociale. È attorno a tre “moduli refrigerati”, prodotti da Gruppo Arneg e ripensati per proporzioni, materiali e stile, che si sviluppa Welc(h)ome Market, un progetto che ha rotto gli schemi del banco refrigerato classico per trasformarlo, dal punto di vista estetico e dell’interazione, in un elemento di design d’interni, componente funzionale di un ambiente “casalingo”. “Per Welc(h)ome Market “centrale è la sostenibilità dal punto di vista del prodotto e del processo. Profonda è l’attenzione verso i materiali impiegati e il consumo energetico dell’intero progetto, integrato fra living domestico e spazi espositivi commerciali. Intercettando queste esigenze Welc(h)ome Market si propone di valorizzare le sempre più presenti e numerose linee naturali e bio proposte dai più avanzati opera.

Indirizzo:

Cascina Cuccagna

Via Cuccagna, 2/4

Milano

Isola Design District

Il quartiere all’ombra del bosco verticale i visitatori potranno visitare location nascoste, cortili e botteghe artigianale del quartiere torneranno ad aprirsi per ospitare giovani design e brand emergenti, con mostre, installazioni, workshop ed eventi dal 17 al 22 aprile. Tra tutti gli eventi non mancherà la terza edizione del “Milan Design Market”. In occasione del Fuorisalone “Ink Eat” il nuovo progetto per personalizzare prodotti alimentari in modo immediato, creativa ed esclusivo. Tutti i visitatori, potranno al “Design Bar” (via Pastrengo) il locale allestito dalla designer Federica Cristaudo, personalizzare al momento macarons e marshmallow, tortine monoporzione come brownies, carrot cake, red velvet e un tortino vegan mele e cannella. Ma non solo food! Si potranno, infatti, personalizzare anche i milkshakes. In questa occasione si potranno anche degustare le birre del “Birrificio La Ribalta”. Inoltre, ristoranti e cocktail bar avrenno un canale dedicato per offrire ai visitatori una guida accurata ai migliori locali dell’isola dove fare una pausa tra un’esposizione e l’altra, dalla pizzeria “Berberè”, nel cuore del quartiere fino al “Il Sante Bistrò Moderno” all’interno del Palazzo della Regione. 

Indirizzo: quartiere Isola

Lambrate Design District

Nel distretto di Milano tra le tre strade principali di via Massimiano, via Ventura e Via Conte, si svolgeranno diversi eventi e per fare una pausa si potrà visitare lo “Street Food Experience”. Lo Strett Food si svolge al “Giardino Ventura”, diventa un giardino gourmet, un’esperienza sensoriale unica con i profumi, i colori e il gusto, scandita da appuntamenti durante tutte le ore della giornata. Fulcro dell’evento è lo street food d’autore, con food trucks che propongono il meglio del cibo di strada nel panorama italiano e internazionale, in aggiunta alle ultime tendenze del food e del design. Sarà possibile assistere a show cooking con ospiti di spicco della gastronomia e interventi e lezioni delle più promettenti starup nel mondo del food, con lo scopo di condividere con il pubblico le migliori esperienze che riguardano il mondo del food in Italia. Dall’ora dell’aperitivo a tarda sera, infine, un dj set accompagnerà le alchimie dei barman con la migliore musica internazionale. 

Indirizzo:

Lambrate Design District

Via Massimiano, 25

Milano

Top