Sei qui:
Home > Primo piano > All’Hotel Perla, la seconda puntata di “Parafernalia: a Postrivoro Take Over”“

All’Hotel Perla, la seconda puntata di “Parafernalia: a Postrivoro Take Over”“

Faenza – Al Postrivoro si cambia, diventa itinerante, il secondo appuntamento del nuovo progegtto “Parafernalia” si svolgerà il 31 marzo all’Hotel Perla di Corvara in Val Badia. In cucina saranno presenti due chef, uno lombardo e l’altro abruzzese, in sala saranno presenti: una giovanissima friulana e due emiliani veraci. L’Hotel Perla di Corvara accogliere la seconda puntata di “Parafernalia”, il nuovo format ideato dai creatori di Postrivoro, che viaggerà per l’Italia e il mondo a prendere possesso di luoghi amici. Protagonisti di una cena irripetibile sono gli chef Enzo Di Pasquale del Bistrot 900 di Giulianova Lido (TE) e Alessandro Colombo, responsabile della cucina centrale dell’Hotel La Perla. In sala, i 20 ospiti saranno accuditi dalla giovanissima Elisa Agarinis, ventiduenne di grande spirito tra i migliori diplomati dell’Alma del suo anno. Ai vini e agli spiriti: Michele Albertelli, sommelier dell’Hotel Perla e responsabile della cantina Mahatma, e Gianluca Pederzoli, modenese e consulente e anima libera del mondo dei beveraggi. Le prenotazioni apriranno il 7 marzo sul sito web: www.postrivoro.it . “Era il 2015 quando abbiamo ospitato Paolo Baraldi, sommelier de La Stüa de Michil.

Enrico Vignoli

Con Parafernalia abbiamo deciso di andare a trovare i nostri amici sparsi per il mondo e colonizzare nuovi spazi durante i giorni di chiusura e quando l’Hotel La Perla ci ha dato la disponibilità della location e di collaborare con il suo staff abbiamo subito colto la palla al balzo.” – commenta Enrico Vignoli, presidente dell’associazione RAW Magan che ha ideato Postrivoro nel 2012 –  “Questa è una occasione unica perché l’hotel sarà in chiusura per il restauro delle cucine e cercheremo di ricreare una atmosfera unica che unisca il clima carbonaro da serata staff di chiusura stagione e una Jam session di livello assoluto.”

I protagonisti: 

L’Hotel La Perla è nato nel 1956 e la sua è una storia di famiglia, rispetto per la natura e progetti di beneficenza. Chiunque ci lavori lo chiama “la Casa” che lavori all’accoglienza ospiti o al ristorante stellato La Stüa de Michil o nella grande cantina Mahatma Wine. Fa parte del prestigioso circuito The Leading Hotels of the World e tra i progetti c’è anche la Costa Family Foundation che sostiene e promuove i diritti dei minori nei paesi in via di sviluppo.

Chef Enzo di Pasquale

Enzo Di Pasquale: 33 anni della Vergine. “E se mi avessero detto 5 anni fa che avrei avuto un ristorante a Giulianova mi sarei fatto una grossa grassa risata”. Invece,  la vita ha un bizzarro senso dell’umorismo e ha aperto proprio nella sua città natale il Bistrot 900 di cui è chef patron. “Santin mi ha insegnato a cucinare e pensare come un artigiano del cibo, devo a lui tanto.  Porto sempre con me le mie scarpette da jogging, corro e gioco a beach volley”.  

Elisa Agarinis

Elisa Agarinis: friulanaccia di 22 anni. Gli studi all’Alma l’anno portata in Casa dove si è rilevata una grande appassionata di gastronomia e enologia. Elisa ama cucinare anche se a volte brucia tutto e le piace dormire, così tanto che dopo la sua nascita ha dormito per tre giorni di fila. Da 7 stagioni in Casa, responsabile della Stüa de Michil.

Chef Alessandro Colombo

Alessandro Colombo: lombardo di Lecco ha 28 anni. Dopo gli studi all’istituto di Romagnosi di Erba ha svolto un apprendistato di ben 2 anni da Gualtiero Marchesi. La sua grande passione è sicuramente la cucina, ma gli piace anche andare al bar a bere una birra con gli amici o andare a dei festival. È preciso e molto curioso. Da tre stagioni in Casa, Alessandro è responsabile della cucina centrale dell’hotel La Perla.

Michele Albertelli

Michele Albertelli: piacentino di 28 anni. Dopo gli studi all’Università di Scienze Gastronomiche di Parma ha voluto approfondire la sua conoscenza sul vino e ha deciso di farsi una stagione al Perla. Michele è un gran appassionato ed intenditore di birra, tanto da produrre la sua. Varie esperienze lavorative in diverse parti dell’Italia hanno formato la sua grande conoscenza dei vini. Da 9 stagioni in Casa, sommelier di Casa e responsabile della cantina Mahatma Wine. Gianluca Pederzoli: nato nel 1971 a Sorbara. Ha abitato mezzo mondo prima di sposare la causa del vino, senza mai legarsi a bandiere e persone.
Lo sponsor del progetto Postrivoro è La Fenice Catering. Si possono seguire gli aggiornamenti del programma di Postrivoro su Facebook  e su Twitter cercando “Postrivoro”. La quota di partecipazione è di 100 euro.

Come prenotare: sul sito web www.postrivoro.it a partire dal 7 marzo alle 11.00; inviando una mail a prenotazioni@postrivoro.it e attendendo l’email di conferma

NOTA: L’organizzazione mette a disposizione anche alcune camere per la notte del 31 marzo. Il costo è 75 euro per la singola e 150 euro per la doppia. Richiedere al momento della prenotazione.  Tutti i partecipanti saranno contattati nei giorni prima dell’evento per conferma della prenotazione ed eventuale liberazione dei posti per la lista d’attesa La quota di partecipazione non è rimborsabile, ma si può invitare qualcun altro ad utilizzarla prendendo accordi con l’associazione Raw Magna e scrivendo a prenotazioni@postrivoro.it La partecipazione è, infatti, riservata ai soci ed è nominale.

Come versare la quota di partecipazione: on line: utilizzando il la piattaforma RSVP (100€); o con bonifico bancario (100€) intestato a: Associazione RAW Magna; BCC Romagna Occidentale

IT 86 J 08462 36980 000005014925 e inviando copia del bonifico a prenotazioni@postrivoro.it

Top